Sopraelevazioni all’Opificio delle Idee… o il bello delle sinergie

 

Ieri ho avuto il piacere di tenere una breve conferenza nella splendida cornice dell’Opificio delle Idee. L’incontro verteva sul tema delle sopraelevazioni e veniva affrontato dal punto di vista di un avvocato, di un ingegnere e di un architetto. L’unione di queste diverse competenze ha permesso di fornire un quadro complessivo dell’argomento e di arricchire la discussione, riempiendo di contenuti il quadro normativo. Devo quindi ringraziare l’ing. Fabio Ferrario che ha permesso di capire cosa si intenda per condizioni statiche dell’edificio, ricordando la necessità – in caso di sopraelevazione – di un adeguamento antisismico, così tragicamente attuale in questi giorni. Ringrazio poi l’arch. Laura Pighi che ha fornito interessantissimi spunti sul tema degli aspetti architettonici della sopraelevazione, permettendo di comprendere come il giudizio sull’aspetto architettonico della sopraelevazione (richiesto dalla norma) possa essere inteso in modi molto diversi a seconda dell’epoca, del luogo e della sensibilitàè del committente. Un ringraziamento, poi, all’ing. Stefano Menapace che ha illustrato il protocollo Arca per la certificazione delle soprelevazioni in legno.

Infine, devo ringraziare Giorgio Raffaelli che ha organizzato l’evento e tuti coloro che l’hanno reso possibile.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Aggiungi ai segnalibri il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *